CLICCARE SULL'IMMAGINE 
Giornata Mondiale contro l'Aids, intervista inedita a Peppe Tulli, ballerino e coreografo, che continua ancora oggi a combattere contro gli effetti collaterali della malattia, senza aver smesso mai di danzare e di fare il suo lavoro. Peppe ha contratto il virus dell'Hiv a 19 anni, ma non ha mai abbassato la guardia e ha deciso di raccontare la sua storia per incoraggiare gli altri e le altre, a curarsi ma anche a prevenire il contagio con l'uso del preservativo. Oggi, infatti, la maggioranza dei contagi avviene attraverso la trasmissione sessuale, e malgrado sia risaputo, moltissime persone continuano ad avere rapporti non protetti. Per questo la campagna di prevenzione al contagio è fondamentale, soprattutto tra i giovani e giovanissimi, che considerano l'Hiv come un fatto che non li riguarda. Grazie a Peppe Tulli per la sua testimonianza.

Perché #Hiv e #Aids non durano un giorno soltanto

Su Wikipedia, l’enciclopedia online su cui ormai si formano le ultime generazioni, si legge che il primo dicembre è la Giornata mondiale contro l’Aids ed “è dedicata ad accrescere la coscienza della epidemia mondiale di AIDS dovuta alla diffusione del virus HIV”. Un virus che dal 1981 ha ucciso oltre 25 milioni di persone, “diventando una delle epidemie più distruttive che…