Donne in Cina: prima le uccidono e poi le comprano

In Cina c’è un problema: a forza di uccidere le femmine nasciture o appena nate, non ci sono più donne e per accoppiarsi i cinesi, ovviamente, comprano anche quelle. Tempo fa una inchiesta pubblicata sull’Economist parlava di 100 milioni di femmine mancanti all’appello in quei paesi, come Cina, India, Corea, dove oltre all’aborto selettivo veniva praticato l’omicidio delle neonate appena partorite, un vero e proprio gendercidio, che col passare del tempo avrebbe messo in grave pericolo la sociatà, soprattutto cinese in quanto avallato dalle autorità e dalla politica del figlio unico (preferibilmente maschio), con uno squilibrio sensibile tra maschi e femmine, con conseguenze pericolose anche a livello sociale, con un prevedibile aumento della violenza e dell’aggressività maschile. Secondo le stime delle Nazioni Unite, oggi in Cina ci sono 118,1 maschi ogni 100 femmine, contro una media mondiale, invece, che dà 105 ragazzi ogni 100 ragazze. Per cui, in mancanza di donne, i cinesi le comprano dai paesi vicini: per una notte, per un giorno, per un mese, per la vita. Il prezzo varia secondo la nazionalità della femmina e può andare dai 20.000 yuan (3.000 dollari) a 50.000 yuan. Molto di questo trafficking parte dal Sud-est asiatico per approdare alla provincia settentrionale dell’Hebei, da dove il viaggio prosegue fino a Pechino. Chen Shiqu, direttore del Dipartimento contro il traffico di vite umane, dice che “il numero di donne straniere che entrano da clandestine in Cina è in continua crescita”, e che la maggior parte del trafficking proviene dalle campagne povere di Vietnam, Myanmar e Laos, dove le vittime, che vivono per lo più in situazioni di povertà estrema, vengono adescate dai trafficanti con la promessa di un lavoro migliore in Cina. Una volta portate a destinazione, le ragazze vengono poi smistate e vendute o come mogli, soprattutto nei villaggi, oppure sono costrette a prostituirsi nei bordelli della costa o nelle province del Guangdong e Yunnan. Il quotidiano China Daily, che ha riportato questo studio del Dipartimento contro la tratta di esseri umani del ministero della Pubblica sicurezza, non ha però reso note le cifre che rimangono segrete.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...